Emorroidi: la cura meno invasiva a Milano

Nelle pagine dedicate del mio sito si parla diffusamente della malattia emorroidaria, si suggeriscono i mezzi ed i modi idonei a prevenire o a ridurre le conseguenze della stessa, si elencano e si descrivono gli interventi chirurgici che possono rendersi necessari quando i provvedimenti conservativi non danno i risultati sperati.

In particolare, si descrive in modo più approfondito la tecnica di dearterializzazione laser delle emorroidi (HeLP), eseguita per la prima volta al mondo da 3 chirurghi italiani, tra cui il sottoscritto, nel 2009.

Da quell’anno in poi, HeLP è andata diffondendosi in Italia e in molti paesi del mondo (1), così che disponiamo oggi dei dati relativi al trattamento di diverse diecine di migliaia di pazienti e di un follow-up di 8 anni circa.

Ho eseguito personalmente una revisione della letteratura italiana ed internazionale, giungendo in questo modo alle seguenti conclusioni.

HeLP è davvero un intervento mini-invasivo in quanto totalmente atraumatico ed eseguibile in regime ambulatoriale senza bisogno di anestesia alcuna. L’indice di gradimento dei pazienti è il più alto rispetto a quello relativo ad altri interventi (2).
HeLP è indicata in pazienti con emorroidi di 1° e 2° grado, di 3° grado quando il prolasso mucoemorroidario è circoscritto e modesto, o comunque asintomatico (2).
Ad un follow-up di almeno 6 – 12 mesi, si è dimostrata una totale risoluzione o    comunque un significativo miglioramento dei sintomi nel 90% ca (80>95%) dei pazienti sottoposti ad HeLP (2, 3, 4, 5).
Il ruolo svolto dalle arterie emorroidarie superiori nella genesi della malattia emorroidaria è stato elegantemente dimostrato da un gruppo multinazionale di chirurghi che hanno osservato come nei pazienti con emorroidi sintomatiche i rami delle arterie emorroidarie superiori avessero un diametro ed un flusso significativamente maggiore rispetto a quelle di pazienti controllo sani (6). Tale osservazione fornisce una giustificazione scientifica agli interventi di dearterializzazione e ne spiega i brillanti risultati clinici ottenuti.
HeLP è sostanzialmente priva di complicanze gravi. Tra queste, la parziale o totale incontinenza fecale conseguente ad intervento sulle emorroidi è ovviamente quella più temuta. Nessun caso di incontinenza è mai stato riportato nei pazienti sottoposti ad HeLP, mentre un gruppo di ricercatori spagnoli ed inglesi (7) ha recentemente dimostrato come la chirurgia anorettale (e nell’ambito di questa l’emorroidectomia chirurgica tradizionale) fosse la principale causa di tale grave complicanza nei pazienti da loro osservati. Analoghe osservazioni sono state fatte successivamente da un gruppo di chirurghi italiani (8).
Tra le diverse tecniche mini-invasive oggi disponibili, gli interventi di dearterializzazione sono quelli che garantiscono il migliore risultato immediato (pressochè totale assenza di dolore nel postoperatorio) e a distanza, come dimostrato da uno studio italiano che ha messo a confronto i risultati di HeLP e della tanto diffusa legatura elastica, che richiede più sedute, che è frequentemente causa di dolore nel postoperatorio e che da risultati assolutamente transitori (2, 8).
Come detto in apertura, HeLP non è indicata in pazienti portatori di importante prolasso mucoemorroidario. In effetti c’è chi ha proposto ed esegue, in questi pazienti, l’intervento di dearterializzazione laser associato, nel corso della stessa seduta, ad una rettoplastica che determina il rientro della mucosa prolassata nel retto (3). In realtà, va detto che tale intervento va obbligatoriamente eseguito in anestesia generale o spinale e quindi (anche se causa di maggiore dolore post’operatorio) è forse da preferirsi la resezione chirurgica della mucosa prolassata, probabilmente associata ad un migliore risultato a distanza.
HeLP è stata pensata da medici e tecnici della ditta tedesca Biolitec, leader mondiale dei laser medicali e delle fibre, che ha brevettato tale progetto e che ha prodotto un kit apposito costituito da un laser diodo 980nm, da una fibra ottica di 1 mm di diametro, da un doppler a 20.000Hz con il suo manipolo, dal manipolo laser, da un anoscopio operatore appositamente realizzato. Al di là di ciò, è noto come non pochi chirurghi (certamente per risparmiare sui costi) utilizzino strumenti diversi, come ad esempio un doppler a 8 Mz che non è in grado di identificare correttamente i rami delle aa. emorroidarie superiori (3). Ciò, ovviamente, oltre che illegale (se l’intervento eseguito viene definito “HeLP”), va a discapito del risultato finale.

Quanto testè riferito, supportato dalla letteratura internazionale che è sempre più corposa, conferma l’interesse per la metodica HeLP che viene sempre più praticata in Italia e nel mondo. A conferma di ciò, solo nell’ultimo quadrimestre dell’anno in corso sono in programma in Germania ed in Olanda quattro congressi internazionali (9) nel corso dei quali sono previste sedute di presentazione e discussione della metodica HeLP.
Dr. Marco Floriani, Istituto Medico Kiba.

Tel. 02 63 47 14 23
Mob. 329 215 9087
www.marcofloriani.com
info@marcofloriani.com
www.istitutokiba.it
info@istitutokiba.it
Riferimenti bibliografici

  1. Boarini P. et al. : Laser hemorrhoidal dearterialization.
    Journal of Coloproctology, 2017.
  2. Giamundo P. et al. : The hemorrhoid laser procedure technique vs rubber band ligation: a randomized trial comparing 2 mini-invasive treatments for second- and third-degree hemorrhoids.
    Dis Colon Rectum, 2011.
  3. Giamundo P. : Advantage and limits of hemorrhoidal dearterialization in the treatment of symptomatic hemorrhoids
    World Journal of Gastrointestinal Surgery, 2016.
  4.  De Nardi P. et al. : Hemorrhoid laser procedure for second- and third-degree hemorrhoids: results from a multicenter prospective study.
    Tech Coloproctol, 2016.
  5. Crea N. et al. : Hemorrhoidal laser procedure: short- and long-term results from a prospective study.
    Am J Surg, 2014
  6. Aigner F. et al. : The vascular nature of hemorrhoids.
    J Gastrointestinal Surg, 2006.
  7. Munoz-Yague T. et al. : Fecal incontinence in man: Causes and clinical and manometric features.
    World Journal of Gastroenterology, 2014.
  8. Giamundo P. : Advantages and limits of hemorrhoidal dearterialization in the treatment of symptomatic hemorrhoids.
    World J Gastrointest Surg, 2016.
  9. Biolitec Ag : Upcoming events 2017.